Ma Aspettate, C’è di Più!

La R20 racchiude funzionalità ancor più interessanti

Ci sono tanti altri miglioramenti in Cinema 4D R20: l’ottimizzazione dei vari workflow e una maggior potenza tutta da scoprire. Ecco alcuni dei punti salienti che non vorrete perdervi.

Motion Tracking

Integrare elementi 3D nei metraggi 2D non è mai stato così facile grazie ad alcuni grandi miglioramenti al workflow del Motion Tracking di Cinema 4D R20. Il set di strumenti Motion Tracking è stato costantemente aggiornato da quando è stato introdotto nella R16, supportando il tracciamento di camera e oggetti, la correzione della distorsione e la ricostruzione della scena. La Release 20 si concentra sul perfezionamento del workflow generale, rendendo ancora più facili da usare queste fantastiche funzionalità.

VISTA TRACCIA

La Vista Traccia inquadra e ingrandisce una specifica traccia 2D in modo da poterne facilmente monitorare e modificare la posizione. Con la Vista Traccia è possibile osservare i valori di luminanza usati internamente per tracciare il filmato, rendendo più semplice regolare il filtro colore per definire un contrasto e un tracciamento automatico migliore.

LAYOUT INTUITIVO

L’intero layout del Motion Tracker è stato ridisegnato attorno alla nuova finestra Vista Traccia, offrendo così un nuovo workflow con facile accesso alle gestioni e ai comandi chiave.

ELENCO TRACCE 2D MIGLIORATO

È più facile adesso gestire le tracce utente nel nuovo elenco di visualizzazione. Potete facilmente rinominare, riordinare ed organizzare le tracce in cartelle, come pure regolare direttamente nella lista i parametri principali, come la dimensione e la forma delle tracce.

KEYFRAME VIRTUALI

Il posizionamento dei keyframe migliora notevolmente il tracking automatico delle caratteristiche manuali. Tuttavia è un compito piuttosto tedioso. La nuova opzione Keyframe Virtuali aggiunge automaticamente dei fotogrammi-chiave virtuali in base alla soglia di errore o all'intervallo dei fotogrammi.

Video
Video
Previous slide
Next slide

Istanze Multiple

Gli strumenti MoGraph di Cinema 4D semplificano la creazione di grosse quantità di oggetti e la nuova funzione Istanze Multiple ne semplifica la gestione. Con Istanze Multiple, i vostri oggetti clonati vengono gestiti in modo molto più efficiente, ottenendo prestazioni nettamente superiori all’interno della viewport. Potete velocizzare le cose ancora di più semplificando la visualizzazione di ciascun clone al suo box delimitante, al box della matrice o al punto dell'asse. Le Istanze Multiple inoltre supportano il Colore MoGraph, anche nella viewport!

Video
Video
Previous slide
Next slide

MULTI-PASS ADDITIVI

Con i nuovi pass, puramente additivi, integrati nei renderizzatori Standard e Fisico di Cinema 4D, potete facilmente dosare l'illuminazione diretta e indiretta, per raggiungere la perfezione nei vostri rendering. Ciò semplifica le operazioni di rimozione del disturbo senza perdita di qualità nelle texture e nei dettagli delle ombre.

POSIZIONARE LE TEXTURE

Posizionare le texture in Cinema 4D non è mai stato così facile! È sufficiente passare in Modo Texture (non è più necessario invertire la modalità asse) e scegliere tra 3 modalità di visualizzazione in ogni tag Texture: una semplice visualizzazione degli assi di proiezione, la griglia classica o un nuovo modello di visualizzazione UV.

MIGLIORAMENTI ALLO SCRIPTING E AI PLUGIN

Come parte dell’attuale transizione verso un nucleo di Cinema 4D più moderno, nella R20 sono state apportate diverse modifiche alle API. Sfortunatamente, ciò rende necessario che gli sviluppatori di terze parti adattino e ri-compilino i propri plugin. Tuttavia, il software è attualmente dotato di maggiore potenza e pone le basi per le cose a venire. Una nuovissima Console, inoltre, rende molto più facile il debug e lo sviluppo di script, mentre un interprete standalone di Python permette di supportare il completamento automatico e il debug nei maggiori editor di codice.

MIGLIORAMENTI AL NUCLEO DI MODELLAZIONE

Grazie al nostro costante impegno volto a migliorare il nucleo di modellazione, noterete sicuramente una migliore interpolazione delle UV, delle Mappe Vertice e del Peso SDS quando usate gli strumenti Estrudi, Estrudi Internamente e Estrudi Matrice. Sono presenti nuove Mappe UV predefinite e potenziate per gli oggetti Piramide e Platonico. Inoltre, la finestra Struttura ora si adatta automaticamente alla modalità componente attiva, mentre i punti vengono eliminati (facoltativamente) insieme ai poligoni a cui appartengono.