Cinema 4D Riporta in Vita i Dinosauri

Come si fa a posizionare un antico fossile di fronte ad una camera? Il team di animatori della Soulpix di Hannover, Germania, ha utilizzato Cinema 4D per far sì che ciò accada.

Diversi mesi fa, alcuni archeologi hanno fatto un'interessante scoperta nella Bassa Sassonia, in Germania: i resti fossilizzati di una sotto-specie di rapace fino ad ora sconosciuto. E' stata una scoperta rivoluzionaria per i paleontologi tedeschi, in particolare per quelli della Bassa Sassonia. E' stato deciso che questa scoperta doveva essere presentata in pubblico sotto forma di un filmato/documentario. Ma come si poteva riportare in vita un animale estinto da dieci milioni di anni? 

Il compito di dar vita a questo fossile è stato affidato allo studio Soulpix di Hannover, in Germania. Quando è iniziata la produzione, il supervisore VFX del progetto Frank Sennholz ha viaggiato con la troupe del film in New Caledonia per coordinare le riprese. In aggiunta ai filmati reali, ai quali in un secondo momento è stato combinato un dinosauro CG, gli shot HDRI sono stati fatti anche con l'aiuto di sfere a specchio, le quali sono state utilizzate per illuminare gli shot. 

Mentre si girava il film in New Caledonia, il resto dei membri del team hanno iniziato a preparare la produzione. Sono state fatte delle impronti digitali del dinosauro in CG. Gli artisti 3D e i paleontologici hanno lavorato assieme per assicurarsi di includere le informazioni più aggiornate per la creazione del modello. Come riferimento, sono state utilizzate numerose foto di scheletri e di fossili degli archivi. Gli artisti, assieme agli scienziati, hanno effettuate diverse modifiche per garantire la massima precisione.

http://maxonexchange.de/video/stories/broadcast/soulpix_dinos/bestofdino.mov

Dopo che gli scienziati hanno approvato il modello, il team ha iniziato a creare le texture, le quali hanno una dimensione media di 8000 x 8000 pixel. Tutti i dettagli dovevano sembrare il più possibile autentici. L'integrazione di BodyPaint 3D in Cinema 4D ha reso più comodo il processo di texturizzazione, dal momento che texture di queste dimensioni non hanno quasi alcun impatto sulle prestazioni di Cinema 4D. Gli artisti sono stati in grado di modificare le texture in tempo reale e vedere i risultati durante il lavoro. Per la creazione delle texture gli artisti hanno goduto di una forte libertà creativa, in quanto i paleontologici hanno solo potuto avanzare delle ipotesi riguardanti l'aspetto del dinosauro. Lo Shader Livello in Cinema 4D è stato utilizzato per mescolare molte maschere procedurali e texture, rendendo così possibile la creazione di un singolo materiale per ogni dinosauro.

Per rendere i movimenti il più possibile realistici, come riferimento sono stati utilizzati degli shot di uccelli moderni. Inoltre, delle impronte fossilizzate di vari dinosauri hanno reso possibile trarre delle conclusioni a riguardo dei movimenti dei dinosauri. Per prima cosa, le varie animazioni create sono state aggiunte in una libreria, a cui ogni animatore aveva libero accesso. Quindi, sono stati messi a disposizioni vari cicli di camminata, i quali sono stati poi mixati con altre animazioni, ad esempio il ruggito di un dinosauro, utilizzando il sistema Livelli Movimento di Cinema 4D. Ciò ha reso possibile la creazione veloce di singole animazioni, la quali sono state particolarmente d'aiuto al team della Soulpix per rispettare le scadenze di produzione. Le animazioni finali sono state fissate utilizzando una Cache Punto, la quale permette ad animazioni complesse con cinematica inversa, deformatori Jiggle e altri effetti fisici di esserte renderizzati facilmente utilizzando il NET Render. 


Per renderizzare le scene è stata utilizzata una combinazione di Vray e Cinema 4D. L'eccellente connettività tra Cinema 4D e Vray li rende perfetti da utilizzare assieme. Il sistema materiali intuitivo e basato su livelli di Cinema 4D rende possibile la veloce creazione di Shader per Vray. Anche lo spostamento dell'enorme massa dei dinosauri è stata renderizzata facilmente grazie a questa perfetta integrazione.

http://maxonexchange.de/video/stories/broadcast/soulpix_dinos/makeover.mov

Le scene renderizzate sono state suddivise in più passaggi di rendering. Sono stati utilizzati solo ed esclusivamente Vray e Cinema 4D per renderizzare le ombre, l'Occlusione Ambientale e i passaggi Hair. Tutte le maschere per la correzione del colore in post-produzione ed altri effetti sono stati renderizzati in Cinema 4D.

A causa del numero di dinosauri e della complessità del Progetto, sono stati fatti più di 20 passaggi di rendering, il cui tempo variava da cinque minuti ad un'ora.  L'intera post-produzione e l'integrazione dei filmati sono stati fatti in After Effects, oltre alla profondità di campo, il motion blur e qualsiasi correzione di colore dell'ultimo momento, in modo da dare al rendering un aspetto finale pulito.

Info

www.soulpix.de

Previous slide
Next slide