Previous slide
Next slide

Minimalismo Scandinavo in 3D

Come si suol dire ...less is more! E lo dimostra in modo piuttosto suggestivo Toke Blicher Møller con quest'animazione creata con Cinema 4D.

Toke Blicher Møller è un'esperto artista 3D con sede in Danimarca. Come molti suoi colleghi si occupa di progetti televisivi e pubblicitari. Toke, inoltre, ha trovato un'alternativa per esprimere artisticamente se stesso: realizzare delle animazioni (spesso per beneficienza) che si focalizzano sulle ingiustizie sociali, sull'emarginazione e su argomenti correlati. Il motivo per cui Toke ha scelto di occuparsi di tutto questo è molto semplice: è il suo modo di aiutare gli altri. E ha scelto Cinema 4D come strumento principale sia per progetti di tipo commerciale sia sociale.

Il portfolio di Toke è pieno di interessanti progetti ma ciò che davvero lo contraddistingue sono i suoi progetti personali. Questi emanano la tipica malinconia presente nei film e nei racconti Scandinavi, interpretati da Toke con un realismo estremo e un'animazione ridotta all'essenziale. L'opera "One Road, Two Worlds" ne è un'esempio decisivo. Creato come una sequenza di titoli per un documentario sulle diseguaglianze sociali ed economiche in Danimarca, il tono di fondo è evidente già nei primi secondi del filmato.

Toke lavora con texture proiettate su forme 3D. Queste vengono in seguito disposte su più livelli di profondità e animate per creare intensi effetti spaziali, sottolineati con impercettibili effetti di fumo, profondità di campo e dinamiche. La clip "The Invisible Man" è molto simile, sia per il messaggio sia per la delicatezza. La prima impressione che l'osservatore riceve è che si tratti di un film di super-eroi, ma quasi subito ci si accorge che il personaggio è un senzatetto, invisibile alla maggior parte della gente.

"Una delle ragioni per cui continuo ad occuparmi di questi progetti è proprio l'unicità dei toni, che mi si adattano meglio di qualsiasi altro progetto commerciale su cui lavoro" spiega Toke. Una semplice occhiata ai suoi filmati quali "Lines" o "Square" mostrano quanto egli resti fedele al suo concept di mood e minimalismo. La frammentarietà del suo lavoro è dovuta principalmente al fatto che lavora da solo. Anche se Toke condivide un ufficio con una società di produzione dove può contare sulla collaborazione di un sound-designer e di alcuni produttori, in realtà al computer è un vero e proprio lupo solitario, soprattutto  quando si tratta di mettere insieme le cose.

Questo è un'altro dei motivi per cui lavora con Cinema 4D: “Cinema 4D non è solo molto potente, è anche in grado di gestire tutto ciò che metto dentro ai miei lavori. Se Cinema 4D raggiunge il limite, uso alcuni plugin come XParticle, che si integra perfettamente nel mio workflow. Spesso uso anche After Effects, che offre un'eccellente integrazione e ottime funzioni per lo scambio dei file con Cinema 4D.”

Toke Blicher Møller è un'esperto professionista 3D e un'artista dal talento formidabile. Con i suoi progetti non-commerciali è in grado di realizzare efficaci elaborazioni digitali per trasmettere con successo le varie facce dell'umanità.

Sito Web di Toke Blicher Møller:
www.tbmstudio.dk/

Toke Blicher Møller su Vimeo:
vimeo.com/tbmstudio

Previous slide
Next slide