Il catalogo colossale della KIA

Un progetto impegnativo per KIA Motors, sviluppato dallo Studio di Design Moss & Dew con l'utilizzo di MAXON Cinema 4D.

In passato veniva utilizzata la fotografia tradizionale per gli scatti interni ed esterni dei vari modelli KIA; ma per la nuova Kia Quoris le riprese esterne dovevano essere create completamente in CGI. Mr.Soonyup Song, capo del team per la comunicazione 3D a Seoul, nella sede coreana della Moss & Dew, esperto in contenuti 3D e pianificazione, ha visto in questa sfida una vera opportunità.

Il catalogo fotografico esistente era stato composto con immagini create con la fotografia tradizionale. Questo progetto invece richiedeva che le immagini della nuova Quoris fossero create in CG - mantenendo la coerenza e realizzando il tutto in tempi molto brevi. Eventuali modifiche in corso al progetto erano probabili.

L'introduzione di un nuovo modello di automobile e l'organizzazione del suo marketing fino all'ultimo dettaglio, è un processo elaborato e costoso per i produttori ed deve essere progettato per garantire il massimo impatto. Eventuali immagini dei nuovi modelli scattate in segreto potrebbero compromettere l'efficacia di queste misure di marketing. Il fatto poi che la nuova KIA Quoris esistesse solo come modello 3D virtuale, ha reso comunque impossibile fotografarla... Oltre al fattore-risparmio e alla maggiore libertà creativa, il fattore chiave nel decidere di utilizzare i rendering 3D in questo progetto, era che rappresentava il modo migliore per salvaguardare i diritti di proprietà intellettuale della KIA.

"Abbiamo dovuto creare immagini foto-realisthe ad alta definizione, con una risoluzione di 60 cm x 40 cm; questo significa che abbiamo dovuto prestare particolare attenzione anche ai minimi dettagli per quanto riguardava i materiali e l'illuminazione, al fine di ottenere l'effetto desiderato entro le scadenze prefissate" ricorda Mr.Song. "Poichè tutte le immagini sono state create per la stampa, quasi tutti i modelli dovevano essere ad alta risoluzione; questo ha comportato la creazione di scene con un numero di poligoni compresi tra i 30 e i 50 milioni. Oltre a questo, molte parti opzionali del veicolo e molti colori dovevano essere considerati e lo sfondo doveva essere molto accattivante. Abbiamo dovuto definire un workflow che potesse gestire grandi quantità di dati in modo efficace e che potesse generare delle anteprime veloci in modo da poter mettere a punto i settaggi di scena."

Mr.Song decise di utilizzare il suo software abituale, Cinema 4D di MAXON, per affrontare questa sfida. Mr.Song si affidava a Cinema 4D da diversi anni come strumento principale per la creazione di contenuti 3D. Per ogni elemento sono stati creati modelli 3D sia ad alto che a basso numero di poligoni. Il modello a basso numero di poligoni è stato utilizato durante la configurazione e l'illuminazione della scena, per essere poi sostituito con il modello high-poly per il rendering.

"Questo progetto sarebbe stato impossibile da portare a termine entro il tempo prestabilito senza la funzione XRef di Cinema 4D", racconta Mr.Song. "Nel corso di questo progetto, molte parti sono state assemblate e modificate in base agli originali, e di tanto in tanto sono state anche apportate delle modifiche. Tutti gli elementi sono stati salvati in un unico archivio e sostituiti con XRef in base alle necessità, rendendo possibile la creazione di un workflow molto efficiente. Quando un dettaglio veniva modificato, non dovevamo aggiornare manualmente ogni scena - tutti quello che dovevamo fare era modificare l'oggetto archiviato e ogni scena veniva aggiornata automaticamente! XRef ha permesso di accelerare drasticamente il flusso di lavoro del progetto aumentandone l'efficienza", spiega Mr.Song.

L'artista Jinill Kim ha modellato anche lo sfondo in Cinema 4D, per ottenere la migliore corrispondenza con la Quoris. Le immagini per la nuova Kia Quoris - dalla modellazione al rendering - sono state elaborate interamente in Cinema 4D.

"Il nostro cliente KIA Motors era molto soddisfatto del risultato ed è rimasto molto impressionato dalla potenza di Cinema 4D. Siamo molto orgogliosi di essere riusciti a superare questa sfida, e gran parte del merito per questo risultato va a Cinema 4D ", afferma Mr.Song.

Per fornire un rapido feedback, durante la creazione del progetto, è stato utilizzato il rendering di base di Cinema 4D. Il rendering finale è stata realizzato grazie alla funzione rapida e affidabile Advanced Render di Cinema 4D.


Moss & Dew Website:
www.mossndew.com

Website KIA:
www.kiamotors.com

Previous slide
Next slide