MAXON Cinema 4D infiamma il VFX Workflow di Cantina Creative per The Hunger Games: Il Canto della Rivolta Parte 2

L'Acclamato Toolset 3D Mette a Disposizione le Proprie Potenti Capacità per le Scene Olografiche Chiave nel Finale del Blockbuster Fantascientifico

 

 

Lo studio di design e visual effects Cantina Creative, con sede a Culver City, si è affidato a Cinema 4D come strumento centrale nel creare contenuti digitali per generare 120 scene di effetti visivi e 30 scene olografiche, che variano tra ologrammi, poster animati, riprese di monitor e di grafiche di user interface (UI) che appaiono nel sequel The Hunger Games: Il Canto della Rivolta Parte 2, prodotto da Liongate.

Il Canto della Rivolta Parte 2, quarto e conclusivo episodio della serie distopica The Hunger Games, è il secondo di due film tratti dal romanzo Il Canto della Rivolta, libro finale della trilogia The Hunger Games scritta da Suzanne Collins. Nel film Jennifer Lawrence riprende il suo ruolo come Katniss Everdeen, riluttante leader della ribellione contro Capitol district nella nazione post-apocalittica di Panem, che deve mettere insieme un esercito mentre tutto quello a cui tiene è in gioco. Il film è uscito negli Stati Uniti il 20 Novembre 2015.

Il team VFX di Cantina Creative per Il Canto della Rivolta Parte 2, composto dai VFX Supervisors Jay Grunfeld e Venti Hristova, dalla VFX Producer Donna Cullen, dal Compositing Supervisor e cofondatore di Cantina Creative Stephen Lawes e dal produttore esecutivo e cofondatore di Cantina Creative Sean Cushing, creatori di molti effetti visuali anche per Il Canto della Rivolta Parte 1, ha di nuovo collaborato da vicino con Francis Lawrence, regista de Il Canto della Rivolta Parte 2, e il VFX Supervisor Charles Gibson, che ha dato la direzione creativa in termini di esigenze per i contenuti del design

Il team di Cantina Creative includeva anche altri artisti: Jayse Hansen, Alan Torres, Stephen Morton,Sang Youb Shin,  Nhi Ngoc Vo, Alexandra Boden, Julianne Dome, Aaron Eaton, Matt Eaton, Junghwa Hong, Lauren Hulsey, Jennifer Kennedy, Karla Curby, Tony Lupoi, Leown Nowlin, Jr., and Fernando Raigoza, Jr.

Hristova spiega che per Il Canto Della Rivolta Parte 1 lo studio si è focalizzato sul creare le grafiche di monitor che avrebbero trasmesso live sul set durante le riprese. Per la seconda parte de Il Canto Della Rivolta il team ha avuto una gamma più ampia di sfide che includevano l'uso esclusivo di Cinema 4D per creare due effetti olografici principali e per comporre gli schermi con informazioni specifiche del racconto e animazioni per progredire con i punti chiave della trama.

La nostra portata estetica in questo film era molto più estesa e ci ha richiesto di presentare uno stile di design più avanzato, dato che dovevamo creare dettagliati ologrammi 3D per il Capitol: per la prima volta il pubblico di The Hunger Games ha potuto vedere da vicino la capitale di Panem e il Capitol, il suo edificio legislativo principale, oltre a molteplici altri Distretti di Panem,” dice Grunfeld. “Siamo stati incaricati anche di generare l'ologramma dell' “Osso”, un complesso militare strategico situato in un bunker sotterraneo all'interno di una montagna, che ospita tutto l'equipaggiamento militare per Capitol.

Anche se Lawrence e il team di Lionsgate avevano idee molto chiare riguardo alle necessità estetiche di ciascun ambiente, ne Il Canto Della Rivolta Parte 2 questa collaborazione ci ha dato grande libertà di sperimentare con lo stile e l'atmosfera,” dice Grunfeld. "Affrontare la complessità tecnica di un film di questa portata ha richiesto che facessimo affidamento sui vari toolset della nostra pipeline di Cinema 4D, capace di fornirci la flessibilità creativa di esplorare e mettere a punto le note riguardo la storia nel corso del progetto, indispensabile nel creare splendide grafiche narrative per sequenze con un design molto impegnativo. In combinazione con After Effects, siamo stati capaci di generare Tag Compositing esterne e file dei progetti di compositing attraverso tutte le sequenza degli ologrammi, che hanno permesso di arrivare a un workflow efficiente.


L'ologramma dell'“Osso” in particolare ha costituito una sfida per il team di Cantina Creative, che ha dovuto consegnare un'immagine 3D dettagliata, precisa e fotorealistica di una catena montuosa, avendo come riferimento nient'altro che un singolo matte 2D dipinto. L'artista di 3D Jayse Hansen, che ha lavorato con Cantina nella preproduzione de Il Canto della Rivolta Parte 2 e ha progettato il concept iniziale dell'ologramma, inclusi tutti gli interni dell'Osso (dormitori, armeria, hangar per gli hovercraft, etc.), spiega: “Sfruttare il generatore di terreni in Cinema 4D per definire le forme e i molti strumenti di Sculpting del software mi ha dato grande libertà d'azione, permettendomi di consegnare alcune immagini precise dell'ologramma e modelli del terreno montagnoso attorno all' "Osso" e a Capitol da differenti prospettive,” dice Hansen. Questi concetti sono stati poi ulteriormente rifiniti da Stephen Morton, il quale ha creato una versione finale su cui lavorare, che ha aiutato il team a trovare le posizioni per importanti elementi della storia in svariate sequenze olografiche.

Gli strumenti di Sculpting di Cinema 4D si sono dimostrati critici nel consentire agli artisti di personalizzare e organizzare il progetto in livelli e lavorare in maniera non distruttiva per sfornare dozzine di iterazione della topografia delle montagne. Abbiamo inoltre usato il multipass rendering di Cinema 4D, in particolare per alcune variazioni dei cel render, shader procedurali a livelli e una mappa della profondità. Abbiamo anche esportato la luce e i dati del Nullo per essere usati in elementi addizionali nel comp,” aggiunge Morton.

Anche lo Strumento Effettuatore Tempo è stato estremamente utile nell'ologramma della montagna, per ruotare uniformemente i progetti topografici in circa 30 riprese nella sequenza e semplificare l'esplorazione delle velocità di rotazione, giungendo così ad un risultato soddisfacente sia per il cliente che per noi.

 

Cantina Creative website:

www.cantinacreative.com/

Previous slide
Next slide